riapertura Rottamazione Ter
15 Views

Ingiunzione di pagamento: il riscossore fa “marcia indietro”

È successo ancora, questa volta in Molise. Un’impresa edile riceve un’ingiunzione di pagamento, proprio come accade a tante società nel nostro paese. L’atto esecutivo fa riferimento a una cartella esattoriale in cui si richiedeva il pagamento della tassa comunale per l’utilizzo del suolo pubblico (Tosap).

 

La cifra, seppur non elevatissima, va comunque ad aggiungersi alle spese già numerose che gravano sulla piccola-media impresa: dai fornitori ai dipendenti, dai servizi alle assicurazioni. Ad esse poi si aggiungono anche le tasse (e da lì, lo sappiamo, non si scappa).

 

Il titolare dell’impresa decide così di affidarsi a noi di CFC Garanti del Contribuente. Non essendo a conoscenza di quel debito, vuole vederci più chiaro: e solo un esperto può verificare al meglio la situazione. Dopo aver analizzato con attenzione tutta la documentazione, l’Avv. Simone Forte riscontra inequivocabili vizi di notifica e procedura.

 

Convocato innanzi il Giudice di Pace di Campobasso, l’ente riscossore procede con i necessari controlli. Riscontrando le stesse anomalie messe in luce da CFC Garanti del Contribuente, non può che procedere con l’annullamento dell’ingiunzione. Il Tribunale dichiara così cessata la materia del contendere e cancella il debito.

 

Un sospiro di sollievo per l’azienda che vede ridursi la mole di spese che quotidianamente deve affrontare, un nuovo successo per il nostro Team.

Impegno e coraggio: con queste parole d’ordine vogliamo riassumere questa vicenda e quella di tanti imprenditori che, tra mille difficoltà, ogni giorno lavorano e danno lavoro nel nostro paese.

 

Se anche tu hai ricevuto un’ingiunzione di pagamento, non perdere altro tempo: contattaci per verificare il tuo debito e annullarlo!

Come verificare il mio debito

CONTATTACI

null

Insieme possiamo Risolvere