8:00 - 19:00 lun-ven
+02 97070480

Anche il Fisco all’attacco del Superbonus, nel 2022 saranno spedite 2,6 milioni di comunicazioni di irregolarità

articolo a cura di:
Lodovico Poschi
Lodovico Poschi

pubblicazione:

Al governo il Superbonus 110% non piace affatto. Lo ha detto a chiare lettere il Presidente del Consiglio Mario Draghi nel suo intervento alla plenaria del Parlamento europeo. 

Secondo il premier il costo di efficientamento è più che triplicato e, di conseguenza, anche il prezzo degli investimenti per attuare le ristrutturazioni. Colpa del Superbonus che ha tolto la trattativa sul prezzo.

Le affermazioni di Draghi fanno intendere che qualcosa non è andato per il verso giusto. 

Anche il Fisco all’attacco del Superbonus 

Non è un caso che il nuovissimo Piao (Piano integrato di attività e organizzazione) messo a punto dall’Agenzia delle Entrate preveda che le cessioni del credito in edilizia costituiscano una “fonte d’innesco” dell’attività di controllo anti-evasione. 

Il Piano prevede un recupero globale del sommerso di 14,8 miliardi nel 2022, che sale rispettivamente a 15,8 nel 2023 e 16 nel 2024.

L’Agenzia delle Entrate fissa come obiettivo quello di verificare il 60% delle cessioni dei crediti in edilizia, utilizzando come strategia di controllo 5 indicatori di rischio che diventeranno 8 nel 2023, quando la percentuale delle comunicazioni da esaminare dovrà salire al 70%. 

Gli indici di analisi che fanno scattare la sospensione sono 5, nel 2021 gli alert sono stati 6, che a regime diventeranno 8. Mentre l’analisi dovrà essere in grado di verificare il 60% delle comunicazioni e, a regime, l’asticella dovrà essere portata all’80%. 

Nel 2021 il valore delle cessioni del credito ammonta a quasi 19 miliardi 

Secondo i dati di Agenzia delle Entrate, al 31 dicembre 2021, presso la piattaforma di scambio di cessione crediti fiscali, sono transitati quasi 4,69 milioni di comunicazioni relative alla cessioni di crediti.

Inoltre, sono stati smaltiti circa 3,2 milioni di rimborsi ai contribuenti, per un controvalore di oltre 18,9 miliardi di euro. 

In particolare, nel 2021 sono stati erogati circa 3,1 milioni di rimborsi di imposte dirette, per oltre 2,5 miliardi di euro.

Un dato, fa notare l’Agenzia delle Entrate, “che rappresenta un risultato mai raggiunto in passato, con un aumento complessivo, rispetto al 2020, di circa 200 mila rimborsi erogati”. 

Inoltre, sono stati gestiti circa 190 milioni di modelli di pagamento F24, per un controvalore di oltre 628 miliardi di euro.

Lettere di compliance, in tre anni 7,8 mln di comunicazioni. 

Pronta anche una potente offensiva rispetto alle c.d. lettere di compliance (qui l’alert di AdE) , nelle quali si riportano le anomalie rinvenute nelle dichiarazioni dei redditi, riguardanti omissioni o infedeltà.

L’Agenzia delle Entrate le riscontra mettendo a confronto i dati dichiarati con quelli a disposizione all’interno delle proprie banche dati.

Proprio attraverso le comunicazioni di irregolarità, l’Agenzia delle Entrate conta di ridurre sensibilmente il tax gap.

Il tax gap è la differenza tra le imposte effettivamente incassate dalle Amministrazioni fiscali e quelle che si incasserebbero  in un regime di perfetto adempimento spontaneo alla legislazione esistente.

L’attività, volta a favorire l’emersione delle basi imponibili ai fini delle imposte dirette e dell’IVA, in gran parte sospesa nel 2020 a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, è poi ripartita nel 2021, così da accompagnare la graduale ripresa delle attività economiche e sociali. 

Il programma triennale prevede un aumento sensibile dell’invio di comunicazioni: sono state 1,3 milioni nel 2021, raddoppieranno a 2,6 nel 2022, fino ad arrivare 3 milioni nel 2024.

Da questa attività l’Agenzia delle Entrate conta di recuperare oltre 7 miliardi di euro in tre anni.

Come vedi, l’attività di controllo da parte dell’Amministrazione finanziaria si annuncia pesantissima. Per questo è assolutamente necessario essere pronti a rispondere alle richieste del Fisco e, se necessario, avviare un contenzioso. 

Il nostro team di professionisti è pronto a scendere al tuo fianco per darti l’assistenza più qualificata possibile. 

Per gestire al meglio il tuo debito chiamaci subito!

Gestisci e Risolvi con il Fisco

👉 Hai Ricevuto un Atto dal Fisco? 👈

Per aiutarti nella quotidiana lotta contro Agenzia delle Entrate e Agenzia delle Entrate-Riscossione, abbiamo preparato un PDF con le risposte dei professionisti in materia alle domande più frequenti degli imprenditori.
Accedi subito alle informazioni fondamentali per la Risoluzione del Debito Fiscale.