8:00 - 19:00 lun-ven
+02 97070480

Stop Cartelle Esattoriali, c’è la proroga al 31 maggio. I dettagli

Stop Cartelle Esattoriali

Stop Cartelle Esattoriali, il Mef comunica le novità.

La comunicazione del Mef è arrivata nella tarda serata del 30 aprile, proprio alla vigilia della ripresa della riscossione ed è tutta nel Comunicato stampa n° 88.

Un comunicato che spiana la via a quanto, nelle prossime ore dovrebbe essere ufficializzato dal Governo Draghi o dal prossimo e atteso Decreto.

Questo quanto comunicato dal MEF.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica che è in corso di definizione il provvedimento normativo che differirà al 31 maggio 2021, il termine di sospensione delle attività di riscossione, attualmente fissato al 30 aprile 2021 dall’art. 4 del decreto-legge n. 41/2021 (cd. Decreto Sostegni).

La sospensione, introdotta a partire dall’8 marzo 2020 dall’art. 68 del decreto-legge n.18/2020 (cd. Decreto Cura Italia), riguarda tutti i versamenti derivanti dalle cartelle di pagamento, dagli avvisi di addebito e dagli avvisi di accertamento esecutivi affidati all’Agente della riscossione, nonché l’invio di nuove cartelle e la possibilità per l’Agenzia di avviare procedure cautelari o esecutive di riscossione, come fermi amministrativi, ipoteche e pignoramenti.

Restano sospese, inoltre, le verifiche di inadempienza che le pubbliche amministrazioni e le società a prevalente partecipazione pubblica devono effettuare, ai sensi dell’art. 48 bis del DPR 602/1973, prima di disporre pagamenti di importo superiore a cinquemila euro.

Stop Cartelle Esattoriali, i dettagli

Un mese in più: è questa in sintesi la novità più concreta della comunicazione del MEF che sposta l’attività di Riscossione al 31 maggio.

La proroga della sospensione delle attività di riscossione e della notifica delle cartelle, in termini pratici, è in corso di definizione attraverso un provvedimento normativo ad hoc che, di fatto, differirà alla fine di questo mese il termine di sospensione delle attività di riscossione. Lo stesso, ricordiamo, è attualmente fissato al 30 aprile 2021 dal Decreto Sostegni.

In vigore dall’8 marzo 2020, ai sensi dall’art. 68 del Decreto Cura Italia, la sospensione riguarda un ampio ventaglio di atti.

Si va dalle cartelle di pagamento agli avvisi di addebito, fino agli avvisi di accertamento affidati all’Agente della riscossione ma non solo. La stessa fa riferimento anche alle nuove cartelle esattoriali e alla possibilità per l’Agenzia di procedere alla notifica di atti cautelari o esecutivi di riscossione. Tra questi troviamo fermi amministrativi, ipoteche e pignoramenti.

Lo stop, inoltre e in attesa del provvedimento ufficiale, così come riporta l’Ansa, riguarda “le verifiche di inadempienza che le pubbliche amministrazioni e le società a prevalente partecipazione pubblica devono effettuare prima di disporre pagamenti di importo superiore a cinquemila euro”.

All’orizzonte anche un nuovo pacchetto di aiuti che dovrebbe arrivare a costare circa 38 dei 40 miliardi. Disponibilità frutto dello scostamento approvato dal Parlamento la scorsa settimana.

Stop Cartelle Esattoriali, come approfittarne

Lo stop alla Riscossione può trasformarsi in grande opportunità per tantissimi imprenditori e contribuenti. Soprattutto per quelli che vogliono tornare ad essere “liberi” dai timori legati all’esposizione dell’azione del Fisco.

Risolvere con ex Equitalia e con Agenzia delle Entrate Riscossione è infatti possibile solo affidandosi ad esperti della materia, partendo da un’analisi mirata e specifica della situazione debitoria.

Che sia anche superiore al milione di euro, o relativamente più basso, il debito con il Fisco può davvero essere gestito attraverso il nuovissimo Saldo e Stralcio  per le PMI qui analizzato.

Dove saperne di più

Di questo ed altri aspetti parleremo lunedì sera, a partire dalle 19:00, al TaxShowLive del dottor Carlo Carmine e dell’avvocato Simone Forte.

Tra gli argomenti al centro del dibattito: come si applica il vizio di prescrizione alla luce dell’attuale giurisprudenza, delle manovre di Conte e Draghi e delle più recenti Sentenze di Cassazione?

Inoltre, ci sarà una novità per tutti i partecipanti al Webinar.
L’invito è di iscriversi alla puntata dal link www.taxshowlive.it/registrazione per ottenere due opportunità:
1) Fare una domanda chiara, concreta e precisa ai relatori alla quale risponderanno nel corso della diretta
2) Ottenere, dopo l’iscrizione, in anteprima il capitolo che tratta il vizio di Prescrizione e Decadenza che annulla il debito con ex Equitalia dal nuovissimo libro “Gestisci e Risolvi con ex Equitalia – Come diventare un imprenditore libero e un contribuente sano”, aggiornato ad aprile 2021

Il titolo della prossima puntata sarà “Le Ultimissime Novità sulla Ripresa della Riscossione – Maggio 2021”. Ospite d’onore della serata sarà la giornalista Annalisa Chirico, direttrice di LaChirico.it.

Come Gestire il Debito Fiscale

Conosci qualcuno in difficoltà con il fisco? Condividi ora >>
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Potrebbero interessarti: