8:00 - 19:00 lun-ven
+02 97070480

Riaperture a rischio per metà gennaio

Riaperture a rischio per metà gennaio

Riaperture palestre, teatri e centri estetici a rischio a metà gennaio causa Covid.

Il governo frena sulla ripartenza di alcuni settori che potrebbero far rialzare la curva dei contagi. La riapertura prevista per il 15 gennaio potrebbe slittare ancora. 

Regole rigidissime per l’attività sportiva. Stop alle discoteche, palestre, piscine, cinema, teatri, centri estetici. Sono moltissime le attività che rischiano di non ripartire alla data stabilita. Se il Comitato tecnico scientifico chiede di rivedere le linee guida per gli impianti sciistici, il governo frena sulla ripartenza di altri settori che potrebbero far aumentare il numero dei contagi da Covid 19. Ma la valutazione, almeno per quanto riguarda le Regioni che a metà gennaio saranno in fascia gialla, è già cominciata. Ma il Ministero dello Sport ha un obiettivo ben preciso: «accelerare i tempi e consentire alle persone e ai giovani di riprendere l’attività fisica al più presto».

Soltanto a ridosso del 15 Gennaio si decideranno le nuove aperture. Vediamo in dettaglio a cosa vanno incontro le attività per cui le riaperture sono a rischio:

Palestre e Piscine

Per quanto riguarda la le palestre in discussione c’è la possibilità di contingentare ulteriormente il numero degli ingressi, ma anche quello di impedire ai clienti di poter accedere agli spogliatoi. Nelle piscine si sta valutando una persona per corsia. Qualsiasi scelta sarà condizionata dall’andamento della curva epidemiologica, ma si punta far riaprire almeno quelle specialità che possono essere svolte in maniera individuale.

Cinema e teatri

Per quanto riguarda i cinema e i teatri il problema sembra essere quello delle file agli ingressi. Più semplice potrebbe essere la riapertura dei musei, sempre con ingressi contingentati e sempre su prenotazione per evitare affollamenti all’interno e all’esterno.

Bar e ristoranti

Bar e ristoranti sono pronti a farsi sentire perché dopo le limitazioni imposte dal governo nel periodo festivo, possano tornare ad accogliere i clienti a pranzo e cena.

Discoteche ed Eventi

Niente via libera per i grandi eventi e le discoteche, almeno per qualche mese. 

Insomma la situazione è grigia e finché non ripartiranno tutti i settori il PIL faticherà a crescere.

Oltre a questo i primi di Gennaio ripartirà la Riscossione e saranno altri dolori per i contribuenti già colpiti dalla crisi! Ad eccezione di coloro che decideranno di ricorrere ai ripari valutando la propria situazione debitoria con il fisco.

Proteggiti dall'imminente ripartenza della Riscossione, valuta la tua situazione debitoria!

Conosci qualcuno in difficoltà con il fisco? Condividi ora >>
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Potrebbero interessarti: