8:00 - 19:00 lun-ven
+02 97070480

Una Montagna di Cartelle

“Una montagna di cartelle” queste le parole del direttore dell’Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini riportate da ANSA.it.

Come sappiamo l’ultimo aggiornamento del Decreto Ristori-Quater non contiene nulla riguardo la sospensione della riscossione, ciò significa che dal 1 Gennaio riprenderà il suo regolare svolgimento.

Mancano ormai pochi giorni al nuovo anno e abbiamo pensato bene di tirare le somme. Vediamo cosa ha in serbo per noi il 2021 dopo il lunghissimo periodo di sospensione.

I contribuenti saranno travolti da tutte le cartelle esattoriali che sono state accumulate in questo anno, ovvero ben 12 milioni. A questa mole sono da aggiungere i 9 milioni di altri atti di riscossione e altri 10 milioni i atti fra accertamenti e avvisi vari.

Sta di fatto che il Governo ha un urgente bisogno di fare cassa, quindi la riscossione ripartirà in maniera decisamente più aggressiva facendo partire la “montagna” di cartelle che ha accumulato in questo periodo.

Le possibilità di una nuova proroga sembrano ormai svanite, ma nel caso in cui quest’ultima dovesse arrivare allora l’idea della tanto temuta patrimoniale potrebbe diventare realtà. In un modo o nell’altro il Governo necessita di recuperare liquidità, ma quale sarà il modo migliore?

Il primo ostacolo da superare è senza dubbio l’evasione fiscale.  Quest’ultima costituisce un patrimonio enorme e secondo il Direttore Ruffini va assolutamente aggredito

Le dichiarazioni del direttore dell’Agenzia delle Entrate lasciano intendere che si punta ad una nuova riforma fiscale.

Ancora non sappiamo precisamente cosa bolle in pentola, però sappiamo che è possibile proteggersi dalle aggressioni del fisco prima che sia troppo tardi.

La prima cosa da fare resta sempre valutare la propria posizione debitoria facendo richiesta dell’Estratto di Ruolo (guarda come fare qui).

Valuta la tua situazione prima che riprenda la Riscossione!

Conosci qualcuno in difficoltà con il fisco? Condividi ora >>
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Potrebbero interessarti: