8:00 - 19:00 lun-ven
+02 97070480

Debiti con il Fisco? Il nuovo “Saldo e Stralcio per le aziende”

La  transazione fiscale “il saldo e stralcio per le aziende” richiesta estratto di ruolo, debito fiscale, rottamazione quater

La Legge 159/2020, pubblicata lo scorso 3 Dicembre 2020 in Gazzetta Ufficiale e in vigore dal 4 Dicembre 2020 introduce, con le modifiche alla Transazione Fiscale, il nuovo Saldo e Stralcio per le Aziende, senza adesione del Fisco e degli Enti di previdenza. 

Può essere applicata dai tutti i tribunali, sia nei procedimenti relativi a Concordati preventivi non ancora approvati e quindi anche alle procedure ancora pendenti.

Si tratta del primo vero passo in favore delle imprese in crisi?

Ora puoi evitare il fallimento attraverso un accesso semplificato al concordato preventivo e all’accordo di ristrutturazione del debito.

La politica ha preso atto degli interventi normativi necessari per superare le difficoltà che negli ultimi mesi hanno messo in ginocchio le aziende. Questi si presenteranno con maggiore intensità già nel corso dei prossimi mesi di questo 2021. 

La Legge 159/2020, di conversione del D.L. 125/2020, in vigore dal 4 dicembre 2020 consente l’anticipata entrata in vigore del Nuovo Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza nella sola parte riguardante gli strumenti relativi al Concordato Preventivo e all’accordo di Ristrutturazione del debito

Ma qual è l’obiettivo? 

Probabilmente quello di rendere nuovamente competitive sul mercato tutte quelle imprese che hanno maturato negli anni debiti con il Fisco, Banche e Fornitori

Se l’imprenditore dimostra di non poter soddisfare l’erario (Agenzia delle Entrate e Agenzia delle Entrate Riscossione) e gli Enti previdenziali (Inps), con il Concordato Preventivo e la Transazione Fiscale potrà presentare una proposta di “saldo e stralcio” dei debiti tributari e contributivi.

Questo gli permetterà di guardare positivamente al futuro. 

Con la proposta a saldo e stralcio, il “creditore pubblico” viene assolutamente soddisfatto. Ovviamente non per intero, ma solo per la percentuale riconosciuta e pagata agli altri creditori di “pari rango” (es. 20%).

Sicuramente, però, il punto nella novità introdotta a partire da Dicembre 2020, sta nel fatto che la valutazione circa la proposta di Transazione fiscale non è più subordinata alla mera volontà di ADER-Ex Equitalia!

La transazione fiscale: i dettagli del nuovissimo Saldo e Stralcio per le Aziende

Infatti, anche in caso di “opposizione” e cioè di “voto sfavorevole” da parte dell’Ufficio, alla proposta formulata dall’imprenditore, l’unico metro di giudizio è dato dalla convenienza del soddisfacimento dei crediti fiscali da essa previsto rispetto alla liquidazione (fallimento) dell’impresa debitrice. 

Secondo punto fondamentale, conseguenza di quanto abbiamo detto, è che non esiste una percentuale minima di soddisfacimento dei crediti fiscali, non esiste una soglia percentuale al di sotto o al di sopra della quale la proposta di transazione possa essere considerata più o meno valida. 

È possibile pagare anche solo il 20% del debito originario, se l’imprenditore dimostra che sia più conveniente rispetto all’ipotesi del fallimento. 

Ma c’è di più, infatti la durata del piano di pagamenti oggetto di Transazione Fiscale, non è vincolata a schemi prestabiliti e generalizzati poiché andrà “personalizzata” sulla base della particolare situazione finanziaria, economica e patrimoniale dell’imprenditore che si trova in stato di difficoltà. 

Il fallimento quindi non sarà più un elemento di pregiudizio per l’imprenditore che si vede spalle al muro.

Esso diventerà uno strumento economico di cui potrà usufruire l’azienda per allungare i termini di pagamento, anche abbattendo notevolmente l’ammontare di quanto dovuto.

Tutte le modifiche introdotte alla Legge Fallimentare sicuramente saranno un veicolo per facilitare i piani di rilancio delle imprese ottenendo più tempo per pagare il Fisco, le Banche e i Fornitori

La Tua Azienda Ha Debiti Fiscali? Scopri come Gestirli e Risolverli

Conosci qualcuno in difficoltà con il fisco? Condividi ora >>
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Potrebbero interessarti: