8:00 - 19:00 lun-ven
+02 97070480

Invito a comparire “abusivo”? Avviso di accertamento nullo!

articolo a cura di:
Guglielmo Giuseppe Di Giovanni
Guglielmo Giuseppe Di Giovanni

pubblicazione:

Invito a Comparire Abusivo

Più volte abbiamo scritto dell’“invito a comparire” come “strumento di difesa preventiva” a tutela dell’imprenditore.

Se stai leggendo questo articolo perché hai appena ricevuto un atto d’invito a comparire da Agenzia delle Entrate, sappi che il fattore principale che ti permette di gestirlo al meglio è il tempo.

Per questo motivo, l’invito è farti contattare gratuitamente da un professionista per vederci chiaro.

Ti ricordo, infatti, che da luglio 2020 l’Agenzia delle Entrate è obbligata, quasi sempre, a convocare il contribuente prima di emettere l’eventuale successivo avviso di accertamento.

Non tutti sanno, però, che la notifica del citato invito agevola non solo l’imprenditore, consentendogli una difesa “anticipata”, ma, sotto alcuni aspetti, anche il Fisco!!

Sì, hai letto bene…l’invito a comparire consente, in particolare, all’Agenzia delle Entrate di beneficiare, in determinate situazioni, addirittura di un allungamento dei termini per notificare l’avviso di accertamento di ben 120 giorni (art. 5, comma 3bis, del D.Lgs. n. 218/1997).

Nella sostanza, il citato articolo consente al Fisco di avere quattro mesi in più per emettere l’avviso di accertamento!

Accedi a questo link e scopri il video che ti spiega i 3 motivi principali che annullano l’avviso di accertamento. 

Come facilmente intuibile, tale norma potrebbe, pertanto, indurre l’Agenzia delle Entrate a utilizzare l’invito a comparire in modo “strumentale”, cioè:

  • anche nei casi in cui la norma espressamente lo esclude
  • e al solo fine di potersi avvalere di più tempo per notificare l’avviso di accertamento.

Fortunatamente si tratta di un comportamento che i Giudici tributari hanno recentemente iniziato a condannare (vedi, in particolare, la  sentenza n. 315/1/2021 della C.T.P. di Como), fino al punto di annullare “integralmente” l’avviso di accertamento.

Attenzione, quindi, a tutti gli avvisi di accertamento che sono stati preceduti dall’invito a comparire.

Solo con l’aiuto di un esperto tributarista potrai capire se anche nel tuo caso l’invito a comparire sia stato utilizzato in modo anomalo e “abusivo” dall’Agenzia delle Entrate.

In tal caso, chiederemo al Giudice tributario l’azzeramento totale della pretesa erariale.

Gestisci e Risolvi il tuo Avviso di Accertamento

👉 Hai Ricevuto un Atto dal Fisco? 👈

Per aiutarti nella quotidiana lotta contro Agenzia delle Entrate e Agenzia delle Entrate-Riscossione, abbiamo preparato un PDF con le risposte dei professionisti in materia alle domande più frequenti degli imprenditori.
Accedi subito alle informazioni fondamentali per la Risoluzione del Debito Fiscale.