8:00 - 19:00 lun-ven
+02 97070480

Estate 2021 e Riscossione Fiscale: mesi caldi in arrivo per le aziende

Estate 2021 e Riscossione Fiscale: mesi caldi in arrivo per le aziende

Estate 2021 e Riscossione, il punto della situazione

L’economia prova a ripartire, ma gli ostacoli sono 2. Da un lato la ripresa dell’attività di riscossione e dall’altro le casse degli imprenditori troppo esigue da ormai un anno e mezzo.

Questo è il quadro della situazione spiegato dal dottor Carlo Carmine e dall’avvocato Simone Forte. I founder di CFC Legal sono intervenuti sull’edizione milanese del quotidiano “Repubblica” sulla base di un’esperienza e competenza consolidate nel supporto a tante aziende nei rapporti con gli enti riscossori.

In questo contesto, l’Agenzia delle Entrate Riscossione si prepara a notificare milioni di atti tra cartelle esattoriali, intimazioni di pagamento, pignoramenti e ipoteche. Nel mentre, provando a rimediare, il Governo calendarizza i termini di pagamento per le rate di Rottamazione ter e Saldo e Stralcio. 

I contribuenti che hanno aderito alla Rottamazione ter e al Saldo e Stralcio e che sono in regola con i pagamenti del 2019, dovranno pagare il 31 luglio 2021 (che slitta al 9 agosto 2021 considerando giorni festivi e giorni di tolleranza), il 31 agosto 2021, il 30 settembre 2021 e il 31 ottobre 2021 le rate 2020.

Per le rate 2021, invece, la proroga va al 30 novembre 2021. Questo significa che in appena 5 mesi, da luglio a novembre, si pagheranno ben 8 rate di Rottamazione Ter e 4 del Saldo e Stralcio.

Estate 2021 e Riscossione, a che punto è lo stralcio delle cartelle?

Se confusa e poco rassicurante è la situazione delle rate da pagare, non è più chiara la questione del nuovo stralcio dei ruoli. Qui qualcosa non torna, perché lo dei debiti inferiori a 5.000 €, possibile per ruoli affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010 e facenti riferimento a contribuenti persone fisiche e soggetti diversi con reddito imponibile 2019 inferiore a 30.000 euro è previsto solo al 31 ottobre 2021.

Data postuma ai pagamenti delle rate in prossima scadenza, fatta salva la verifica degli importi con un esperto della materia.

Nel panorama di una ipotetica e necessaria riforma fiscale, si paventa anche “l’accesso massivo all’Anagrafe dei rapporti finanziari” da parte del Fisco, “per vedere in tempo reale la giacenza sui conti correnti ed effettuare i pignoramenti”. 

Estate 2021 e Riscossione: a pieno ritmo l’Agenzia delle Entrate

Parallelamente, già dal 1° Marzo 2021 l’Agenzia delle Entrate ha ripreso con la notifica di centinaia di migliaia di inviti a comparire, avvisi di accertamento che stanno mettendo in difficoltà gli imprenditori, ignari di poter risolvere.

In un momento così delicato quindi, di profonda crisi e difficoltà economica per molti imprenditori, assisteremo ad un vero e proprio accavallarsi di scadenze. 

Da un lato l’imminente pagamento delle rate scadute per Rottamazione ter e Saldo e Stralcio, dall’altro la doppia ghigliottina del 31 Agosto 2021. Dal 1° settembre, infatti, riprende l’attività di notifica di cartelle di pagamento, intimazioni e pignoramenti e deadline per l’ulteriore pagamento delle definizioni agevolate. 

Milioni di atti pronti per la notifica per oltre 1.000 miliardi di crediti accumulati dallo Stato dal 2000 a oggi (fonte Corte dei Conti e MEF).

Numeri spaventosi che, ora più che mai, ogni imprenditore dovrebbe conoscere.

Infatti, solo una consapevole gestione del debito, fatta con l’aiuto di professionisti esperti, potrà evitare danni patrimoniali a volte irreversibili. Agisci ora per tornare ad essere un imprenditore libero e un contribuente sano.

Gestisci e Risolvi il tuo debito con il Fisco

Di questo e altri argomenti sulla Gestione del debito Fiscale parleremo al prossimo Business Webinar >>
Condividi questo articolo
se ti è piaciuto >>
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Potrebbero interessarti: